Seguici
I consigli del martedì

Cosa vedere a Vienna spendendo poco

martedì, 8 febbraio 2011

Chi è abituato a viaggiare spendendo poco, e in particolare chi proviene da un paese dove l’ingresso ai musei è gratuito, può avere un piccolo shock una volta arrivato a Vienna.

Vienna consigli
Non solo le strutture alberghiere sono in media più care dei paesi limitrofi, ma anche le varie attività culturali di Vienna hanno prezzi non esattamente economici. Questa è una breve guida che illustra cose da fare o da vedere a Vienna spendendo poco o nulla!

Visitare l’Hofburg

Il complesso dell’Hofburg, nel cuore di Vienna, è stato per più di sei secoli il centro del potere austriaco. Al suo interno sono presenti numerosi musei, che sono tuttavia di scarso interesse per chi ha deciso di viaggiare con pochi soldi! I biglietti sono abbastanza cari (troppo, rispetto a quello che c’è da vedere) e bisogna addirittura pagare per entrare nella Biblioteca nazionale. Va detto che gli interni della maggior parte degli edifici sono stati rinnovati, perdendo così quell’atmosfera tipica dell’epoca imperiale, più facile da cogliere osservando questi splendidi palazzi dall’esterno. Inoltre, il Volksgarten è un posto magnifico dove sedersi e riposarsi un po’.

Visitare lo Zentralfriedhof

Alcuni dei più famosi compositori di musica classica sono nati o hanno vissuto a Vienna, e sono numerosi quelli che sono stati sepolti nel cimitero centrale della città, lo Zentralfriedhof. Tra i più noti citiamo Beethoven, Schubert e la famiglia Strauss. Ci sono anche altre celebrità austriache, probabilmente sconosciute ai turisti stranieri, ma le cui vite si rivelano spesso molto interessanti. Il cimitero ha anche due camposanti ebraici: la parte più antica venne devastata dai nazisti prima e durante la Seconda Guerra mondiale, mentre l’altra viene ancora oggi utilizzata dalla comunità ebraica di Vienna.

Il Prater di Vienna

Chiunque abbia intenzione di visitare Vienna dovrebbe prima vedere il celebre film Il Terzo Uomo di Orson Wells, un capolavoro che contiene una delle frasi più celebri della storia del cinema: “In Italia per trecento anni sotto i Borgia ci sono stati guerra, terrore, criminalità, spargimenti di sangue. Ma hanno prodotto Michelangelo, Leonardo, il Rinascimento. In Svizzera vivevano in amore fraterno, hanno avuto cinquecento anni di pace e democrazia. E cosa hanno prodotto? L’orologio a cucù”. Questa frase venne pronunciata sulla Riesenrad, la ruota panoramica del Prater, un parco immenso situato nella ad est del centro. Ancora oggi è possibile salire sulla ruota (a pagamento), mentre ovviamente una passeggiata nel parco non vi costerà nulla!

Una passeggiata lungo la Ringstrasse

Un buon modo per scoprire tutte le bellezze della città consiste nel fare una passeggiata lungo la Ringstrasse (letteralmente, “strada ad anello”). Questa strada circolare ottocentesca permette di ammirare alcune delle principali attrazioni di Vienna e in alcuni tratti costeggia il Danubio. Dalle traverse della Ringstrasse si può raggiungere lo Stadtpark oppure fermarsi in uno dei numerosi bar e caffè per prendere qualcosa da bere. In caso di cattivo tempo, è possibile prendere un tram e percorrere tutta la Ringstrasse senza bagnarsi!

Dove dormire a Vienna spendendo poco:

Immagine delle monete e banconote di euro di Donaldtownsend

Condividi questo articolo:


Informazioni sull'autore

Venere Travel Blog writer will joce

Will Joce si è recentemente laureato presso la London School of Economics ed è terrorizzato all'idea di lavorare in un ufficio. Will ama scrivere e viaggiare e ha lavorato per il parlamento britannico, nonché come redattore di rassegne stampa. Dopo aver rifiutato di seguire i consigli di chi gli diceva di trovarsi un lavoro vero, presto inizierà un master presso l'Università Statale di San Pietroburgo.

Un commento al “Cosa vedere a Vienna spendendo poco”

Segnala un commento inappropriato
  1. stefania dice:
    23 febbraio 2011 alle 17:47

    Bravo non mollare….segui i tuoi sogni, avrai sempre tempo per diventare un triste impiegato…ti auguro tanta fortuna…in bocca al lupo


Lascia un commento

 (obbligatorio)
 (non sarà pubblicata) (obbligatorio)

Perché te lo chiediamo?

destinazione