Seguici
Made in Italy

Breve storia del Parmigiano Reggiano

sabato, 12 luglio 2014

Il parmigiano reggiano è tra i formaggi più conosciuti e apprezzati al mondo. Il suo successo è decretato dalla qualità degli ingredienti, dalle caratteristiche organolettiche d’eccellenza e dal metodo di lavorazione tramandato da antichi casari.

storia parmigiano reggiano(foto: m.giulia.b)

Le origini
Le sue origini risalgono al XII secolo. Dei monaci di Parma e Reggio Emilia, avviarono la produzione di un formaggio a pasta dura, avvalendosi del latte vaccino dei pascoli della zona, sapientemente lavorato in speciali caldaie. In questo fertile territorio sorsero numerose grancie, aziende agricole addette all’allevamento di mucche e alla produzione di latte e formaggio Parmigiano Reggiano.

Una lavorazione artigianale e ingredienti naturali
Oggi come allora, il Parmigiano può vantare artigianalità e passione. Sono circa quattromila gli allevamenti ubicati nelle province di Reggio Emilia, Parma e in alcune zone di Mantova e Bologna. Qui le mucche sono allevate senza l’uso di alimenti fermentati e foraggi insilati. Il prodotto delle mungiture giornaliere viene portato nei vari caseifici artigianali. La lavorazione prevede la miscelazione di latte intero e latte sottoposto a speciale scrematura e la successiva aggiunta di siero innesto naturale e caglio di vitello. Il tutto è messo in caldaie di rame e coagula dopo dieci minuti; dopodiché viene attuata la frammentazione. I passi successivi prevedono la cottura a 55°, l’estrazione della massa caseosa, la sua suddivisione in due parti, l’avvolgimento in una speciale tela, la collocazione nella fascera e l’immersione dopo due giorni in una soluzione di acqua e sale. Dopo circa un mese inizia il ciclo della stagionatura.

La qualità è garantita da severi controlli e dall’applicazione di un bollo a fuoco che attesta la Denominazione D’origine Protetta. Un bollino colorato differenzia invece il periodo di stagionatura: aragosta 18 mesi, argento 22 mesi e oro 30 mesi. Le caratteristiche organolettiche del Parmigiano sono la struttura granulosa, la friabilità, il gusto unico e la ricchezza di calcio, sali minerali e vitamine.

Un viaggio nel gusto
Questo alimento prezioso trova largo uso in cucina; è immancabile nei primi piatti a base di pasta o riso, ma è anche il protagonista di fresche insalate e di ricette tradizionali, come le melanzane alla parmigiana. Il suo gusto aromatico si presta anche ad accostamenti inusuali e golosi: provalo nel dessert, con frutta e panna, una vera bontà!

Immergiti nella magia del gusto, per visitare i caseifici della zona e assaporare le prelibatezze locali a base di Parmigiano Reggiano, non c’è niente di meglio che concedersi una vacanza sul posto. Puoi scegliere degli interessanti hotel a Parma: hotel Button, Verdi e Forlanini!

Condividi questo articolo:


Informazioni sull'autore

Venere Travel Blog writer sara

Sara è in costante bisogno di viaggi e passa buona parte del tempo libero a programmare il suo prossimo weekend fuori città. Quando, ahimè, è a casa, ama uscire con gli amici, andare a mostre d'arte e, ovviamente, scrivere. Google+


Lascia un commento

 (obbligatorio)
 (non sarà pubblicata) (obbligatorio)

Perché te lo chiediamo?

destinazione