Seguici
Idee e consigli

L’avvincente corsa del Palio in Siena

domenica, 30 ottobre 2011

Come descrivere il Palio di Siena? Questa manifestazione storica, infatti, non è una semplice corsa di cavalli, ma combina l’agonismo di una partita di calcio, la drammaticità di una commedia di Shakespeare e i colori e l’euforia del Carnevale, il tutto nell’affascinante cornice di Piazza del Campo a Siena. Qui i cavalli delle contrade storiche si sfidano in tre avvincenti giri della pista, per tagliare per primi il traguardo con o senza fantino.Il Palio ha origini antichissime: organizzato per la prima volta nel XIII secolo, oggi si tiene 2 volte all’anno (a luglio e ad agosto). Vi partecipano 10 contrate, scelte a sorte tra le 17 esistenti, che si danno battaglia per aggiudicarsi il famoso “drappellone” (o palio). Ogni contrada senese vanta una propria chiesa  e bandiera e un proprio santo patrono.

Ma non è solo la corsa ad essere affascinante, anche l’intera organizzazione del Palio è molto coinvolgente. Le contrade partecipanti sono scelte in base ad un meccanismo ben preciso: partecipano di diritto le 7 contrade escluse dal palio dell’anno precedente, alle quali si aggiungono 3 contrade sorteggiate tra le restanti. Pochi giorni prima della corsa, il comitato del palio si riunisce per scegliere i 10 cavalli, che sono assegnati a caso alle diverse contrade. Si può dire che la corsa inizi già da questa fase, quando chi ha ricevuto un cavallo migliore cerca di fare pressione sugli altri possibili vincitori per assicurarsi la vittoria.

Il giorno della corsa migliaia di spettatori affollano Piazza del Campo e assistono alla sfilata del corteo storico e allo spettacolo degli sbandieratori. Quando i cavalli scendono in pista inizia la preparazione alla partenza o mossa. Solo quando i primi 9 cavalli sono allineati il mossiere darà il via alla gara. Un’impresa piuttosto ardua, date le strategie e i continui tentativi di accordo tra i fantini, che durano fino all’ultimo minuto. Ma il fascino del Palio è anche questo, un’attesa trepidante fino a quando il canape finalmente cade e la corsa dei cavalli ha inizio. La folla è letteralmente conquistata dall’evolversi della gara e quando il cavallo vincitore supera la linea del traguardo i sostenitori della contrada invadono la pista portando in trionfo il fantino e il cavallo vincitore in chiesa per un’ultima benedizione.

 

Hotel a Siena

Hotel Minerva
Prezzo medio: €54
Giudizio medio: 8

Montaperti Hotel-roomMontaperti Hotel
Prezzo medio: €45
Giudizio medio: 8.6

Hotel Villa Montarioso-roomHotel Villa Montarioso
Prezzo medio: €45
Giudizio medio: 8.8

 

Condividi questo articolo:


Informazioni sull'autore

Venere Travel Blog writer megan mccook

Un commento al “L’avvincente corsa del Palio in Siena”

Segnala un commento inappropriato
  1. Paola Esposito dice su Facebook:
    30 ottobre 2011 alle 10:14

    potra’ essere avvincente, dal punto di vista storico, folkloristico, ma trovo umanamente riprorevole la situazione in cui si trovano i poveri cavalli spinti quasi ad una corsa al massacro , per poi , molti di loro , feriti e azzoppati finiti con crudelta’. questa non e’ tradizione e’ incivilta’!!!


Lascia un commento

 (obbligatorio)
 (non sarà pubblicata) (obbligatorio)

Perché te lo chiediamo?

destinazione