Seguici
Idee e consigli

48 Ore di Shopping a New York City

venerdì, 24 settembre 2010

New York: il paradiso dello shopping

New York è attualmente il paradiso dello shopping grazie al crollo del dollaro che ha reso la città perfetta per chi vuole fare ottimi affari, in particolare per prodotti come jeans di qualità fabbricati negli USA ma venduti in Europa e altrove a prezzi esorbitanti.

shopping a new york city

Questo momento d’oro per fare acquisti in dollari ha trasformato New York nella principale destinazione dello shopping dei turisti europei, che spesso arrivano in città solo per un weekend e si dedicano alle compere per tutta la durata del soggiorno. Se aveste a disposizione solo 48 ore, da dove iniziereste ad accumulare il vostro bottino?
È utile ricordare che a New York potrete approfittare dello shopping senza tasse su scarpe e abiti fino al limite di $110; se i prezzi superano i $110, allora si applica una tassa dell’8.38%.

Primo giorno di shopping: Midtown Manhattan

  • Le più note marche USA sulla 34esima Strada

Se Oxford Street è la destinazione per eccellenza dello shopping londinese, New York ha il suo equivalente nella 34esima Strada, fra la Quinta e la Sesta Strada. Qui troverete tantissimi negozi dei marchi americani più noti: Gap, Banana Republic e Victoria’s Secret. Le boutique si trovano sulla strada situata davanti a Macy’s, il più grande magazzino del mondo in Herald Square.

  • Grandi Magazzini

Macy’s ha nove piani ricchi di merce di ogni tipo: prodotti per la casa nel seminterrato chiamato “The Cellar”, abbigliamento per la famiglia, accessori, profumi, orologi e molto, molto altro. Macy’s invoglia i suoi visitatori a fare compere nel suo negozio monomarca, fornendo loro una tessera clienti che dà diritto all’11% di sconto sulla maggior parte dei prodotti. La tessera può ottenersi mostrando il passaporto al banco visitatori del piano mezzanino situato al piano principale, curiosamente definito “il piano e mezzo”.
Proprio davanti a Macy’s sorge un altro grande magazzino chiamato Daffy’s. Qui troverete i capi di noti stilisti che potrebbero non essere all’ultimo grido ma hanno come enorme vantaggio gli incredibili sconti. Daffy’s merita quindi una visita per gli ottimi affari possibili, come ad esempio i golf di cashmere a soli $49! Non c’è da stupirsi quindi che lo slogan di Daffy’s sia “Super Offerte Abbigliamento per Milionari”.

  • Il Manhattan Mall

A un solo isolato da Daffy’s, si trova uno dei pochi centri commerciali di Manhattan: il Manhattan Mall. Il Mall ha una grande sala dedicata al cibo al livello della strada e tanti negozi come quello grandissimo di giocattoli K.B. Toys e l’unico a New York della catena Steve and Barry’s che vende anche la collezione “Bitten”, elegante ma economica, della star di Sex and the City Sara Jessica Parker.

Secondo giorno di shopping: Downtown Manhattan

  • Sconti sugli abiti degli stilisti nel Financial District

Il secondo giorno di shopping potrebbe iniziare con un giro a downtown in un’altra Mecca degli abiti di marca a prezzi scontati, il Century 21 . Questo grande magazzino si trova in Cortland Street, fra Church Street e Broadway, nel cuore del quartiere finanziario. Il negozio è una destinazione molto amata dai turisti che si accalcano nei corridoi alla ricerca di super sconti su prodotti per la casa, sull’abbigliamento e sugli accessori.

  • Un delizioso brunch in Spring Street

Dopo aver trascorso la mattinata al Century 21, potrete risalire uptown in direzione di un’altra delle migliori zone per lo shopping a New York: l’animato quartiere di Soho. A Soho si trova anche il gettonatissimo e ricercato Balthazar, un incantevole bistrot francese lungo Spring Street, noto per il suo brunch e la deliziosa pasticceria.

  • Arte e negozi di stilisti a Soho

Soho è ricca di negozi molto in voga situati lungo questa porzione della Broadway. La boutique Uniqlo, un brand giapponese, è perfetta per chi ama acquistare abiti dalle linee semplici. Il quartiere propone inoltre originali negozi anche nelle vie che circondano quella principale: Kirna Zabete, in Greene Street, vende bellissimi abiti di marca e prodotti per la casa, il negozio The Museum of Modern Art Design in Spring Street offre articoli da regalo estremamente originali e l’Apple Store in Prince Street propone i noti prodotti tecnologici di questo marchio. Miuccia Prada, Marc Jacobs e Catharine Malandrino sono solo alcuni dei tanti stilisti che hanno scelto di aprire boutique monomarca a Soho.
Sempre a Soho troverete anche uno dei più noti grandi magazzini della zona, Bloomingdale’s, dove potrete nell’enorme spazio riservato al denim potrete acquistare i jeans delle marche più gettonate, in tutte le taglie e le forme.
Le strade di Soho sono particolarmente animate nei weekend quando i tanti giovani ma ancora sconosciuti designer locali si installano nelle vie per vendere i loro capi originali, spesso fatti a mano. Una visita a Soho rischia probabilmente di assorbire molte delle vostre 48 ore di shopping a New York. Per fare i migliori affari nei negozi di New York sarà necessario tornare e trascorrere un po’ di tempo in più in questa città dall’incredibile energia.

Condividi questo articolo:


Informazioni sull'autore

Venere Travel Blog writer anjeeta nayar

Anjeeta Nayar è una blogger e una scrittrice freelance professionista di New York, dove si è trasferita da Mumbai due anni fa. Anjeeta adora New York per la sua energia incredibile che la rende effettivamente la città che non dorme mai, sempre con qualcosa di nuovo da fare e da vedere. Oltre alla sua attività di blogger e scrittrice, Anjeeta è un'amante dei viaggi, con Londra e le città del sud-est asiatico come destinazioni preferite.

8 commenti al “48 Ore di Shopping a New York City”

Segnala un commento inappropriato
  1. Daniele Ciappi dice su Facebook:
    24 settembre 2010 alle 10:20

    sicuramente J&R per l’elettronica vicino al Brooklyn Bridge, poi l’Apple Store, Abercrombie & Fitch sulla 5th Ave! Serendipity per un dolce e per gli hot-dog sicuramente Greys Papaya un posto dove non si trovano turisti ma che rimane nel cuore !

  2. Elena Del Bianco dice su Facebook:
    24 settembre 2010 alle 10:32

    century 21th!!!

  3. Paola Bel dice su Facebook:
    24 settembre 2010 alle 11:07

    confermo 21h century!!!!

  4. venere.com dice su Facebook:
    24 settembre 2010 alle 11:12

    fantastici consigli Daniele! Century 21th cos’è Elena?

  5. Elena Del Bianco dice su Facebook:
    24 settembre 2010 alle 11:25

    è un mega store a ground zero. è tipo un outlet..ci son un sacco di cose! io presi un top di tommy hilfiger a 6$!!!non son cose all’ultimissima moda, ma son carine!attenti che i proprietari sono ebrei e quindi il negozio è chiuso nei giorni di festività loro..io dovetti tornarci 2 volte per trovarlo aperto!! da non perdere!! :)

  6. Gabriella Lai dice su Facebook:
    24 settembre 2010 alle 11:37

    ma fate acquisti in Italia e non perdete tempo all’estero: contribuite alla rinascita italiana!

  7. Daniele Ciappi dice su Facebook:
    24 settembre 2010 alle 12:08

    sono d’accordo per il Made in Italy che tra l’altro difenderei molto piu’ di quello che viene fatto ma dubito che se compro una fotocamera Canon contribuisco alla rinascita italiana! Contribuisco solo a svuotare di piu’ il portafogli!

  8. Cosima Rovito dice su Facebook:
    24 settembre 2010 alle 13:06

    ..a volte anche i prezzi sno”made in Italy”..esagerati a volte in Italia
    se risparmio..compro volentieri all estero!


Lascia un commento

 (obbligatorio)
 (non sarà pubblicata) (obbligatorio)

Perché te lo chiediamo?

destinazione