Seguici
Curiosità

Made in Italy: Un Murales di Keith Haring a Pisa

sabato, 15 febbraio 2014

Tuttomondo? Un motivo in più per visitare Pisa e ammirare uno dei più bei murales italiani.

Pisa Italy(foto: Emanuele)

Keith Haring: massima espressione della cultura e dell’arte pop americana
L’artista Keith Haring è famoso per i suoi “omini”, e rappresenta la suprema espressione della cultura e dell’arte pop americana degli anni 80, di cui lui era una dei massimi rappresentanti. Iniziò con il dipingere le strade della grande metropoli di New York per poi diventare famoso ed esporre le sue opere nei più grandi musei mondiali. Il suo stile nasce dai fumetti e dall’informale arte americana di Pollock per esplodere nelle sue opere con componenti polivalenti e dinamici, caratteristiche vive e attuali nel suo murales realizzato a Pisa.

Un regalo di Keith Haring per tutti gli abitanti di Pisa e i suoi turisti
Tuttomondo, così è intitolata l’opera, è il murales realizzato dal newyorkese Keith Haring a Pisa. Il murales di Keith Haring si estende su ben 180 metri quadrati ed è l’ultimo murales realizzato dall’artista prima di morire. La realizzazione del murales avviene in maniera fortuita a seguito del riconoscimento di Keith Haring da parte di uno studente pisano: da qui nacque in breve tempo una lunga amicizia che portò l’artista di New York a soggiornare nella confortevole e accogliente Pisa. Il murales venne realizzato in sette giorni sulla parete posteriore della chiesa di S.Antonio del convento dei frati “Servi di Maria”, inoltre venne impiegata la pittura acrilica cosi da resistere nel tempo: 30 figure raccontano un mondo fatto di pace ed armonia incorniciati da un forte nero, in contrasto con i colori vivaci del disegno vero e proprio.

Tuttomondo è stato dichiarato monumento di interesse nazionale dalla Soprintendenza per i beni artistici, essendo in grado di coinvolgere emotivamente lo spettatore. Haring è riuscito a esprimere la sua arte in una città intrisa di storia e ha lasciato ai cittadini un enorme regalo, collocandolo in maniera sapiente in vista dalle fermate degli autobus e della ferrovia, nonché nei pressi degli hotel economici a Pisa, cosi da trasmettere ad una larga fascia di pubblico la sua visione innovativa e dirompente della pace universale.

Tags: 

Condividi questo articolo:



Lascia un commento

 (obbligatorio)
 (non sarà pubblicata) (obbligatorio)

Perché te lo chiediamo?

destinazione