Seguici
Ristoranti & pasti

I migliori mercati ittici del mondo

giovedì, 10 luglio 2014

Chi ha detto che i mercati ittici sono tutti uguali? Dal Giappone alla Svezia, dai Caraibi alla Corea, passando per l’Italia, abbiamo scoperto i mercati ittici più interessanti del mondo. E allora sveglia al mattino presto, perché chi dorme non piglia pesci!

migliori mercati di pesce(foto: Rory Hyde)

Tokyo

Tsukiji, è questo il nome del mercato ittico più grande del mondo. Ogni giorno qui vengono vendute almeno duemila tonnellate di pesce di 450 specie diverse. Il mercato è molto affollato da turisti, per questo è stata creata un’area ben distinta chiamata “Outer Market”, interamente dedicata alla visita e all’acquisto dei prodotti tipici. L’apertura è prevista alle ore 05:00, mentre la chiusura alle 14:00.
L’Inner Market è invece il cuore del mercato, quello riservato agli addetti ai lavori, ma l’accesso ai turisti è consentito esclusivamente dalle ore 09:00. Qui avviene la famosa vendita all’asta dei tonni, ma solo 120 visitatori al giorno possono prendervi parte. Se desideri partecipare alla asta, sappi però che la gente comincia a mettersi in fila già dalle 04:30 del mattino! Prenota allora il tuo hotel a Tokyo e parti alla scoperta del migliore mercato ittico del mondo.

Oistins

Questa cittadina delle Barbados vanta uno dei mercati ittici più curiosi dei Caraibi. Posto sul lungomare della cittadina, qui troverete tonni, dentici, pesci spada ed i tipici pesci volanti, vanto della cucina barbadiana. Qui il pesce è venduto ad un prezzo decisamente conveniente, perciò approfittarne è un obbligo.
A ciò si aggiunga che proprio qui, il venerdì ed il sabato notte si fa festa e si balla al ritmo della musica Calypso. Se poi il ballo ti avrà stuzzicato l’appetito, basta fermarsi ad una delle bancarelle per gustare un piatto di pesce fritto fumante. Fra le altre specialità le torte di pesce, il Jug-Jug (a base di mais e piselli) ed il Pudding inglese, il tutto innaffiato da un buon boccale di birra.

Goteborg

In Svezia, ospita il porto più grande della Scandinavia e l’asta di pesce più importante del paese. Qui il mercato ittico è situato in una struttura decisamente curiosa. Feskekorka, questo il suo nome, che letteralmente significa “chiesa del pesce”. Gli svedesi hanno infatti pensato di costruire una struttura simile ad una chiesa, dover poter celebrare la bontà di aragoste, gamberi, ostriche e cozze. Gustare la bontà dei prodotti ittici della zona a Feskekorka, godendo di una splendida vista sul canale illuminato di sera, è un’esperienza dei sensi.

Busan (o Pusan)

In Corea del Sud, ospita il mercato ittico di Jagalchi, uno dei più famosi del Paese. Situato sul porto di Nampo è un vero punto di riferimento della città. Qui sono soprattutto le donne ad occuparsi della vendita. Merita una visita, non fosse altro che per ammirare alcune fra le specie ittiche più curiose: carne di balena, granchi e cozze di dimensioni spropositate, lombriconi di mare dall’aspetto poco invitante e il cosiddetto Hongeo, una specie di pesce Rombo, dall’odore a dir poco rivoltante.

Catania

Il mercato della “Piscarìa”, uno dei più antichi del mondo, si svolge ogni giorno nel cuore Settecentesco della Città fin dal 1814. Ma qui il pesce fresco non è l’unico protagonista, perché ciò che lo rende veramente curioso è la vivacità dei mercanti. La “vuciata” dei venditori, intenti a promuovere i prodotti della propria bancarella, si intreccia per tutta la mattina. Una tradizione questa ereditata dagli arabi che vi farà pensare di trovarvi in suk marocchino, più che in Italia.

E tu, quale vorresti visitare?

Tags: 

Condividi questo articolo:



Lascia un commento

 (obbligatorio)
 (non sarà pubblicata) (obbligatorio)

Perché te lo chiediamo?

destinazione